Home Finanza Sostegno agli investimenti delle Pmi – Nuova Sabatini

Sostegno agli investimenti delle Pmi – Nuova Sabatini

64
0
CONDIVIDI
Sostegno-agli-investimenti-delle-Pmi---Nuova-Sabatini-studiorussogiuseppe

I co. da 52 a 57 dell’art. 1, L. 232/2016, prorogano di 2 anni, fino al 31.12.2018, il termine per la concessione dei finanziamenti agevolati per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature da parte delle piccole e medie imprese (cd. Sabatini-Ter).

La L. 232/2016, al fine di favorire la transizione del sistema produttivo alla manifattura digitale e incrementare l’innovazione e l’efficienza del sistema imprenditoriale, ammette ai finanziamenti e ai contributi statali previsti dalla misura agevolativa della «Sabatini-ter» gli investimenti realizzati dalle micro, piccole e medie imprese per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica aventi come finalità la realizzazione di investimenti in tecnologie, compresi gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID).

Tra gli investimenti che danno titolo a beneficiare dei finanziamenti sono stati inseriti i sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

Maggiorazione del contributo

Per tali tipologie di investimenti in tecnologie, il contributo statale in conto impianti di cui al citato art. 2, co. 4, D.L. 21.6.2013, n. 69, conv. con modif. dalla L. 9.8.2013, n. 98, è concesso con una maggiorazione del 30% rispetto alla misura massima stabilita dalla disciplina (art. 2, co 4 e 5, D.L. 69/2013 e relative disposizioni attuative), fermo restando il rispetto delle intensità massime di aiuto previste dalla normativa europea applicabile in materia di aiuti di Stato.

Soggetti interessati

I soggetti interessati sono le Pmi che alla data di presentazione della domanda di contributo:

  • hanno una sede operativa in Italia e sono regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle imprese ovvero nel Registro delle imprese di pesca;
  • sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali;
  • non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione europea;
  • non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà;
  • sono imprese estere con sede in uno Stato membro purché al momento della comunicazione di ultimazione dell’investimento abbiano iscritto nel Registro delle imprese la sede in cui è stato realizzato l’investimento.

Sono esclusi dall’agevolazione

Per converso, sono esclusi dall’agevolazione:

  • le imprese operanti nei settori delle attività finanziarie e assicurative;
  • gli enti finanziatori.

DDL Bilancio

Si evidenzia che anche in questo caso il DDL di Bilancio 2018, attualmente in discussione in Parlamento, dispone un rifinanziamento della cd. Nuova Sabatini, con misure di sostegno finalizzate alla concessione alle micro, piccole e medie imprese di finanziamenti agevolati per investimenti in nuovi macchinari, impianti e attrezzature, compresi i cd. investimenti «Industria 4.0» e, più precisamente, big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID), tracciamento e pesatura di rifiuti.

Print Friendly, PDF & Email

Warning: A non-numeric value encountered in /home/studioru/public_html/wp-content/themes/srg2017_2/includes/wp_booster/td_block.php on line 997