Home Società e imprese Attività Economiche Le nuove disposizioni per l’esercizio dell’attività di compro oro

Le nuove disposizioni per l’esercizio dell’attività di compro oro

115
0
CONDIVIDI
Le-nuove-disposizioni-per-l’esercizio-dell’attività-di-compro-oro-studiorussogiuseppe

Il Consiglio dei ministri del 24 maggio 2017, ha approvato in via definitiva, dopo l’esame delle competenti commissioni parlamentari, il decreto legislativo che introduce una nuova disciplina per l’attività dei “compro oro”.

La nuova disciplina ha la finalità di contrastare sempre più efficacemente le attività criminali e i rischi di riciclaggio riconducibili alle attività di compravendita di oro e oggetti preziosi non praticate da operatori professionali.

I nuovi obblighi

La nuova normativa impone ai titolari delle attività di compro oro precisi obblighi finalizzati a garantire la piena tracciabilità della compravendita e permuta di oggetti preziosi e a prevenirne l’utilizzo illecito, compreso il riciclaggio.

Il registro degli operatori e la licenza

Tra le principali novità si segnala l’istituzione del registro degli operatori compro oro professionali e il possesso della licenza di pubblica sicurezza.

Da quest’obbligo ne discende che tutti gli operatori professionali in oro, diversi dalle banche, devono iscriversi nel suddetto registro per lo svolgimento dell’attività.

Identificazione della clientela

Gli operatori di cui sopra sono inoltre obbligati all’identificazione del cliente e alla descrizione, anche mediante documentazione fotografica, dell’oggetto prezioso scambiato. Devono tracciare tutte le operazioni di acquisto e vendita dell’oro e dotarsi di un conto corrente dedicato alle transazioni finanziarie eseguite in occasione di tali operazioni.

Soglia uso del contante

È stata abbassata la soglia per l’uso del contante per le attività del settore, da 1.000 a 500 euro, al fine di garantire la tracciabilità delle transazioni.

Annotazione cessioni a fonderie

Qualora si dia luogo alla cessione dell’oggetto a fonderie, le attività del settore hanno l’obbligo di annotarlo e conservare due fotografie dell’oggetto prezioso ceduto.


Qualora questa pubblicazione ti sia risultata utile e gradita, per rimanere sempre aggiornato iscriviti gratuitamente alla nostra pure seguici sui social network (facebooktwitterlinkedin). In caso di necessità di approfondimenti, per richiedere un parere o conoscere il nostro team di professionisti, non esitare a contattarci. Se hai una o più domande da porci o hai bisogno di una consulenza, accedi al nostro portale e-commerce.

Print Friendly, PDF & Email

Warning: A non-numeric value encountered in /home/studioru/public_html/wp-content/themes/srg2017_2/includes/wp_booster/td_block.php on line 997