Home Lavoro e Previdenza L’assegnazione di fatto a mansioni superiori da diritto alla qualifica del lavoratore

L’assegnazione di fatto a mansioni superiori da diritto alla qualifica del lavoratore

41
0
CONDIVIDI
L'assegnazione-di-fatto-a-mansioni-superiori-da-diritto-alla-qualifica-del-lavoratore-studio russo giuseppe

Attribuzione della qualifica superiore, nei casi di sostituzione di lavoratore assente con diritto alla conservazione del posto di lavoro.

In tema di attribuzione della qualifica superiore, nei casi di sostituzione di lavoratore assente con diritto alla conservazione del posto di lavoro, da parte di altro lavoratore senza attribuzione a quest’ultimo del diritto alla promozione ai sensi dell’art. 2103 del codice civile, ci si deve riferire unicamente ai casi di assenza per una delle ipotesi di sospensione legale (malattia, infortunio, maternità, sciopero, adempimento di funzioni pubbliche elettive) o convenzionale del rapporto di lavoro; mentre sono esclusi i casi in cui il lavoratore da sostituire sia stato destinato, per scelta organizzativa del datore di lavoro, a lavorare fuori dell’azienda o in un’altra unità o altro reparto, o invitato a partecipare a un corso di formazione.

Fonte: Il sole 24 ore

Print Friendly, PDF & Email