Home Lavoro e Previdenza Incentivi Dalla Regione Basilicata l’Avviso Pubblico #DESTINAZIONE GIOVANI

Dalla Regione Basilicata l’Avviso Pubblico #DESTINAZIONE GIOVANI

112
0
CONDIVIDI
Dalla-Regione-Basilicata-l'Avviso-Pubblico-#DESTINAZIONE-GIOVANI-STUDIORUSSOGIUSEPPE

Dalla Regione Basilicata incentivi economici diretti a favorire l’occupazione a tempo indeterminato di giovani disoccupati diplomati e laureati.

Richieste del bonus all’assunzione a partire dal 09/07/2018.

Oggetto

Con D.G.R. 528 del 15 giugno 2018, la Regione Basilicata ha deliberato l’approvazione dell’avviso pubblico #Destinazione Giovani – Bonus alle imprese per l’assunzione di giovani diplomati e laureati, che mette a disposizione delle imprese/datori di lavoro con sede operativa in Basilicata, incentivi diretti a favorire l’occupazione a tempo indeterminato, pieno e parziale, di giovani disoccupati.

Le istanze di partecipazione al bando possono essere presentate a partire dalle ore 09:00 del 09/07/2018.

Due le tipologie di incentivo riconosciute:

  • bonus occupazionali;
  • aiuti alla formazione.

Destinatari

Gli incentivi sono concessi per l’assunzione a tempo indeterminato anche parziale dei giovani destinatari, in possesso alla data della presentazione della domanda, dei seguenti requisiti:

  1. avere una età compresa tra i 18 e i 34 anni di età;
  2. essere residente in un comune della regione Basilicata;
  3. essere in stato di disoccupazione, ai sensi dell’art. 19 del d.lgs. n.150/20152;
  4. essere in possesso del diploma di qualifica professionale triennale, o del diploma di istruzione secondaria di secondo grado o del diploma di laurea (anche triennale) e/o con dottorato di ricerca. Il requisito del possesso del diploma di laurea è previsto nel caso di assunzioni incentivate con inquadramento in un livello/categoria contrattuale corrispondente a mansioni di elevata complessità che richiedono la qualificazione universitaria, secondo quanto stabilito dal CCNL sottoscritto dai sindacati maggiormente rappresentativi a livello nazionale

Se l’assunzione comporta un incremento occupazionale netto e l’impresa/datore di lavoro intende fruire degli incentivi oltre il limite degli aiuti «de minimis», il destinatario deve trovarsi, in una delle seguenti condizioni:

  • essere privo da almeno 24 mesi di impiego regolarmente retribuito;

oppure

  •  essere una persona con disabilità, ai sensi dell’art.1, comma 1 della legge n. 68/19995.

Beneficiari

Possono beneficiare degli incentivi previsti tutte le imprese/datori di lavoro, con almeno una sede operativa nella regione Basilicata e che, a pena di inammissibilità, alla data di presentazione della domanda, risultano:

  1. iscritte nel registro delle imprese della CCIAA territorialmente competente con stato attivo;
  2. in regola con la normativa del regime di aiuti di stato prescelto;
  3. in regola con l’applicazione del CCNL sottoscritto dai sindacati maggiormente rappresentativi a livello nazionale;
  4. in regola con gli adempimenti contributivi INPS e INAIL e con le contribuzioni agli Enti paritetici, ove espressamente previsto dai CCNL sottoscritto dai sindacati maggiormente rappresentativi a livello nazionale;
  5. in regola con la normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori;
  6. in regola con le assunzioni previste dalla legge n.68/1999 sul collocamento mirato;
  7. trovarsi nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non essendo in stato di scioglimento o liquidazione o sottoposte a procedure di fallimento o di concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa o volontaria e amministrazione controllata o straordinaria né avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
  8. h) non avere procedure di licenziamento collettivo nei dodici mesi precedenti la data dell’assunzione incentivata, ai sensi degli artt. 4 e 24 della legge n.223/1991;
  9. i) non avere in atto sospensioni dal lavoro per crisi o riorganizzazione aziendale, salvo il caso di assunzione di lavoratori inquadrati ad un livello diverso da quello posseduto dai lavoratori sospesi o da impiegare in diverse unità produttive.

Importo del bonus

Il bonus occupazionale è riconosciuto per un importo massimo annuo pari che va da € 8.000,00 fino ad € 12.000,00 per due annualità, riparametrati sulla base del livello di studio e dell’inquadramento contrattuale attribuito in azienda.

In caso di assunzioni incentivate a tempo indeterminato pieno, non è ammessa la trasformazione dell’assunzione da tempo pieno a tempo parziale prima dei 24 mesi dall’assunzione.

Numero dei bonus

Il numero di bonus occupazionali che può essere concesso a ogni impresa unica è proporzionato al numero dei dipendenti a tempo indeterminato in forza nella unità operativa localizzata nella regione Basilicata, secondo le seguenti quote di contingentamento:

  • l’impresa da zero a dieci dipendenti può richiedere fino a due bonus;
  • l’impresa con più di dieci e meno di cinquanta dipendenti può richiedere fino a cinque bonus;
  • l’impresa con più di cinquanta e meno di duecentocinquanta dipendenti può richiedere fino a dieci bonus il cui 50% deve essere riservato all’assunzione di giovani laureati;
  • l’impresa con oltre duecentocinquanta dipendenti può richiedere fino a quindici bonus occupazionali il cui 50% deve essere riservato all’assunzione di giovani laureati.

Casi di esclusione

Il bonus occupazionale non spetta:

  1. se l’assunzione costituisce attuazione di un obbligo preesistente, stabilito dalla legge o dalla contrattazione collettiva;
  2. se l’assunzione viola il diritto di precedenza stabilito dalla legge o dal contratto collettivo alla riassunzione di un altro lavoratore;
  3. con riferimento a lavoratori licenziati nei sei mesi precedenti dal datore di lavoro che assume o da quello che, al momento del licenziamento, presenta assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con quelli del datore di lavoro che assume, ovvero risulta con quest’ultimo in rapporto di collegamento o controllo.

Tipologia e misura dell’aiuto alla formazione

L’aiuto alla formazione consiste nel contributo economico che la Regione riconosce per favorire l’occupazione in relazione ad ogni assunzione incentivata, a copertura dei costi di formazione sostenuti dall’impresa/datore di lavoro per colmare il “gap” di competenze rilevato in coerenza con l’inquadramento contrattuale del giovane assunto.

L’impresa/datore di lavoro, per soddisfare l’esigenza espressa di risorse umane professionalizzate, può utilizzare l’aiuto alla formazione presso gli Organismi di formazione accreditati dalla regione Basilicata per l’erogazione di percorsi formativi:

  1. che consentono l’acquisizione di competenze tecnico-professionali connesse a normative nazionali/regionali/internazionali per l’acquisizione di patentini, certificazioni e/o abilitazioni;
  2. articolati in funzione dell’acquisizione delle competenze previste nel repertorio delle figure professionali della regione Basilicata.

L’importo massimo riconoscibile è pari a 4.000,00 euro, parametrato su un numero non superiore a 200 ore di corso. L’aiuto è riconosciuto per intero in caso di frequenza di almeno il 70% delle ore previste.

Termini e modalità di presentazione delle domande

La presentazione della domanda di incentivi avviene esclusivamente, a pena di irricevibilità, per via telematica nell’area riservata “Sezione Avvisi e Bandi” seguendo la procedura indicata all’indirizzo: http://www.regione.basilicata.it.

Vuoi rimanere sempre aggiornato? 

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e seguici sui social network (facebooktwitterlinkedin).

Consulenza

Se hai necessità di approfondimenti e pareri non esitare a contattarci o a richiedere una consulenza.

 

Print Friendly, PDF & Email