Home Finanza Bando attività ricettive, della ristorazione e dei servizi turistici e culturali

Bando attività ricettive, della ristorazione e dei servizi turistici e culturali

49
0
CONDIVIDI
Bando-attività-ricettive,-della-ristorazione-e-dei-servizi-turistici-e-culturali-studiorussogiuseppe

Obiettivo

Sostenere le imprese nei settori della ricettività extralbergiera, della ristorazione di qualità e dei servizi turistici e culturali.

Stanziamento

14 milioni di euro a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione – FSC.

La dotazione finanziaria è ripartita per ambito di intervento:

    • Ambito 1 – Potenziamento e qualificazione della ricettività extralberghiera: € 7.000.000;
    • Ambito 2 – Qualificazione delle strutture della ristorazione di qualità: €  3.500.000;
    • Ambito 3 – Rafforzamento del sistema dei servizi turistici:  € 3.500.000.

Beneficiari

Possono presentare domanda, in forma singola o associata:

  • Le micro, piccole e medie imprese (MPMI), indipendentemente dalla loro forma giuridica;
  • I lavoratori autonomi;
  • Le persone fisiche che intendono costituire un’impresa.

L’unità operativa dei beneficiari deve trovarsi presso un Comune calabrese, ad esclusione di quelli rientranti nella Strategia Regionale Aree Urbane.

Interventi ammissibili

Gli interventi devono essere finalizzati a:

    • Ambito 1: consentire alle strutture ricettive il conseguimento dei requisiti minimi o dei livelli di classificazione più elevati previsti dalla normativa regionale;
    • Ambito 2: migliorare la qualità e la conoscenza delle produzioni enogastronomiche tipiche e di eccellenza regionali;
    • Ambito 3: accrescere l’offerta di servizi turistici e culturali innovativi.

Spese ammissibili

  • Progettazioni, studi di fattibilità, spese di fidejussione;
  • Macchinari, impianti, arredi e attrezzature; mezzi mobili, identificabili singolarmente e a servizio esclusivo dell’unità produttiva;
  • Opere murarie per la riqualificazione, il recupero, le sistemazioni esterne e impiantistiche;
  • Programmi informatici, diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale;
  • Servizi reali per la risoluzione di problematiche di tipo gestionale, tecnologico, organizzativo, commerciale, produttivo e finanziario. I servizi reali ammissibili sono relativi alle aree di attività: marketing e vendite, organizzazione e sistemi informativi, innovazione.

Contributo

Gli aiuti sono riconosciuti nella forma di contributo in conto capitale, concessi a copertura delle spese sostenute.

L’agevolazione non potrà eccedere:

    • Ambito 1: la misura massima del 50% delle spese ammissibili, fino all’importo di 8.000 euro per posto letto e comunque fino a 50.000 euro;
    • Ambito 2: la misura massima del 50% delle spese ammissibili, fino all’importo di 50.000 euro;
    • Ambito 3: la misura massima del 50% delle spese ammissibili, fino all’importo di 50.000 euro.

L’erogazione del contributo avverrà in un massimo di tre tranche:

  • I quota pari al massimo al 40% del contributo a titolo di anticipazione o a titolo di avanzamento della spesa;
  • II quota fino ad un massimo complessivo del 90% del contributo al lordo dell’anticipo eventualmente ricevuto;
  • III quota nell’ambito del residuo 10%.

Valutazione

La procedura di valutazione è a graduatoria e verrà effettuata da una Commissione appositamente nominata dalla Regione.

Print Friendly, PDF & Email