Home Lavoro e Previdenza Agevolazioni Contributive Assunzioni: gli incentivi in scadenza

Assunzioni: gli incentivi in scadenza

42
0
CONDIVIDI
Assunzioni-gli-incentivi-in-scadenza-studio russo giuseppe

In attesa di conoscere le misure che saranno inserite nella prossima legge di bilancio per incentivare l’occupazione vediamo quelle oggi operative.

Il bonus occupazione

I datori di lavoro privati che, senza esservi tenuti, assumono giovani registrati al «Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani», ovvero quelli di età compresa tra i 16 e i 29 anni (che abbiano assolto al diritto dovere all’istruzione e formazione, se minorenni) che non siano inseriti in un percorso di studio o formazione e che risultano essere disoccupati, ai sensi dell’articolo 19, del decreto legislativo 150/2015 , possono accedere al “bonus occupazione” che è pari alla contribuzione previdenziale a carico delle aziende, nel limite di 8.060 euro annui per giovane assunto.

Tipologie di contratto incentivati

L’incentivo è riconosciuto per i contratti a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione; per i contratti di apprendistato professionalizzante; contratti a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione, la cui durata sia inizialmente prevista per un periodo pari o superiore a sei mesi (in questo caso il bonus è ridotto).

L’agevolazione termina con il 2017.

Il bonus alternanza

La legge 232/2016 prevede a favore dei datori di lavoro privati che assumono, dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018, a tempo indeterminato, studenti che abbiano svolto attività di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato presso il medesimo datore un esonera dal versamento dei complessivi contributi previdenziali a carico delle aziende, nel limite massimo di 3.250 euro su base annua, per un periodo massimo di 36 mesi.

In questo caso, poiché l’agevolazione proseguirà anche nel 2018, occorrerà comprendere le interazioni tra quest’ultima e altri bonus in fase di studio.

Il bonus Sud

Il bonus Occupazione Sud consistente in uno sgravio contributivo per le assunzioni con contratto a tempo indeterminato effettuate nel Mezzogiorno, dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017.

L’agevolazione si applica alle assunzioni, anche in apprendistato professionalizzante, effettuate dai datori di lavoro ubicati in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna.

I lavoratori interessati sono i disoccupati giovani tra 16 e 24 anni oppure con almeno 25 anni ma privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi e il beneficio è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, nel limite massimo di 8.060 euro per lavoratore assunto.


Vuoi rimanere sempre aggiornato? 

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e seguici sui social network (facebooktwitterlinkedin).

Consulenza

Se hai necessità di approfondimenti e pareri non esitare a contattarci o a richiedere una consulenza.

Print Friendly, PDF & Email