Home Lavoro e Previdenza Agevolazioni Contributive Agevolazioni sulle assunzioni 2019

Agevolazioni sulle assunzioni 2019

126
0
CONDIVIDI

Anche quest’anno cambiano le agevolazioni in materia di lavoro: tra i nuovi incentivi introdotti dal 2019 ed altri scaduti a fine anno, sono diverse le opportunità che consentono la riduzione del costo del lavoro.


ASSUNZIONE GIOVANI UNDER 30

Rimane confermato l’esonero parziale dei contributi previdenziali, nel caso di assunzione a tempo indeterminato di giovani di età inferiore a 30 anni, che non siano mai stati occupati a tempo indeterminato.
L’incentivo copre il 50% dei contributi previdenziali, con esclusione dei premi INAIL, fino ad un massimo di 3 mila euro annui.
Dunque il beneficio potrà raggiungere 9 mila euro nel triennio agevolato.
Il Decreto Dignità, peraltro, ha introdotto un incentivo analogo anche per i giovani di età inferiore a 35 anni, limitatamente al biennio 2019/2020.

GIOVANI ISCRITTI AL PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI

E’ stato prorogato per il 2019 l’incentivo riservato ai giovani iscritti al programma garanzia giovani.
Riguarda i soggetti disoccupati di età non superiore a 29 anni, che non lavorano e non risultano inseriti in un percorso di studi o formazione.
L’esonero, in questo caso, dura un anno ed è pari al 100% contributi previdenziali, con esclusione dei premi INAIL, fino ad un massimo di 8.060 euro.
L’agevolazione è cumulabile con quella relativa ai giovani under 30. Le tipologie contrattuali agevolate sono: contratti a tempo indeterminato e di apprendistato.

INCENTIVO OCCUPAZIONE NEL MEZZOGIORNO

E’ stato prorogato per il biennio 2019/2020 l’incentivo relativo ai soggetti disoccupati con meno di 35 anni ed a quelli di età superiore privi di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi.
L’esonero dura un anno ed è pari al 100% contributi previdenziali, con esclusione dei premi INAIL, fino ad un massimo di 8.060 euro annui.

BONUS GIOVANI ECCELLENZE

L’agevolazione si applica alle assunzioni effettuate nel 2019 dei cittadini:

  • in possesso della laurea magistrale, ottenuta nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 con la votazione di 110 e lode e con una media ponderata di almeno 108/110, entro la durata legale del corso di studi e prima del compimento del trentesimo anno di età, in università statali o non statali legalmente riconosciute;
  • cittadini in possesso di un dottorato di ricerca, ottenuto nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 e prima del compimento del trentaquattresimo anno di età, in università statali o non statali legalmente riconosciute.

Misura dell’incentivo

E’ previsto un incentivo di un anno pari al 100% contributi previdenziali, con esclusione dei premi INAIL, fino ad un massimo di 8.000 euro, nel caso di assunzioni a tempo indeterminato e trasformazioni a tempo indeterminato dei contratti da tempo determinato. L’agevolazione è cumulabile con altri incentivi nazionali e regionali.

DETASSAZIONE DEGLI UTILI REINVESTITI

Dal 2019 è prevista un’importante agevolazione fiscale nel caso di utili d’impresa accantonati e destinati a investimenti in nuove assunzioni o beni strumentali materiali. L’agevolazione consiste nella riduzione di 9 punti percentuali dell’aliquota normalmente applicabile ai redditi d’impresa.

Ad esempio, nel caso di società soggetta ad IRES, anziché calcolare il 24% di imposta, si applica l’aliquota del 15%.

Limitandoci agli investimenti per lavoro dipendente, il funzionamento è semplice: il maggior costo del lavoro degli anni 2019 o di quelli successivi rispetto a quello del 2018, potrà consentire la detassazione fino al limite degli utili destinati a riserva.

E’ necessario che il datore di lavoro abbia incrementato il personale in forza alla fine dell’anno agevolato rispetto a quello in forza al 30 settembre 2018.

Va evidenziato che i benefici sinteticamente illustrati prevedono specifici requisiti e condizioni, oltre a: possesso del DURC, rispetto delle norme in materia di lavoro e sicurezza sul lavoro, applicazione dei contratti collettivi stipulati dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative.

Tassazione agevolata su utili reinvestiti e incremento occupazionale

 

Print Friendly, PDF & Email

Warning: A non-numeric value encountered in /home/studioru/public_html/wp-content/themes/srg2017_2/includes/wp_booster/td_block.php on line 997